Innamoramento e amore

La coppia è quel sottile compromesso quotidiano fra “ti prego non cambiare mai” e “se non cambi, ti mollo”.

Una donna sposa un uomo sperando che cambi, che diventi più sensibile, più affettuoso o meno chiuso e spaventato dall’intimità emotiva, e lui puntualmente non cambia.
Lodiamo la coerenza.

Un uomo sposa una donna sperando che resti esattamente così com’è e lei puntualmente cambia, per esempio si muove per casa vestita come un’accattona, non ha mai voglia di fare l’amore, è sempre nervosa e insofferente.
La donna è mobil, muta d’accento e di pensier.

Non trovate assolutamente meraviglioso il sublime autoinganno dell’amore?
Frutto degli ormoni in fibrillazione, dell’ossitocina e delle endorfine durante il primo periodo in cui ci si sente presissimi dall’altro/a e che sono irrimediabilmente destinate ad esaurirsi.
La natura fa quel che può per cercare di assicurarsi la continuazione della specie! 

Ebbene sì, l’innamoramento finisce. Sempre. Semprissimo direi.
Anche perché sarebbe uno stress assurdo per l’organismo gestire quei trimilioni di farfalle nello stomaco per un tempo prolungato.
Altro che reflusso esofageo o gastrite cronica!
 Il processo di disinfestazione automatica tramortisce le sfarfallanti creature e tu ti ritrovi con un tizio o una tizia al tuo fianco e nemmeno sai perché.
Ok, ok, sto un po’ esagerando, si scherza; quello che voglio dire è che l‘innamoramento lascia il posto all’amore o alla noia.

E che si deve fare? Beh, una buona cosa sarebbe quella di evitare di sposarsi quando si è follemente innamorati.
Siete davvero convinti di mettervi uno/una sconosciuto/a in casa mentre la vostra mente è totalmente ottenebrata dai fumi dell’innamoramento? Ma che siete matti?

Non sempre ci innamoriamo della persona giusta, ma dovremmo quanto meno tentare di averci a che fare per vedere come si sta.
La persona giusta ci fa sentire felici e sereni, ma la maggior parte della gente scambia l’amore vero con quello che ti fa provare forti emozioni.
Si tradisce per provare nuove emozioni, ci si droga per provare qualcosa o sentirsi fuori di sé, si beve per evitare di provare imbarazzo o dolore, si fanno sport estremi per sentire l’adrenalina a mille...
Abbiamo un parco giochi dentro di noi a nostra completa disposizione; ma evitate di scambiare l’innamoramento per l’amore.

L’innamoramento è un fuoco che divampa e brucia relativamente in fretta, è egoista e autocentrato. È come una droga che ci obnubila il raziocinio e che vogliamo ancora e ancora.

L’amore è un caldo tepore che si mantiene a lungo e forse per sempre. E’ generoso, altruista, paziente e comprensivo, perché sposta l’accento sulla felicità dell’altro.
Se vi va di lusso, l’innamoramento lascia spazio all’amore, e quando accade, è una cosa meravigliosa.

Requisiti per trovare l’amore?
  • conoscere sé stessi (quali sono i propri punti di forza e di debolezza, come si viene percepiti dagli altri e a cosa si deve stare attenti nelle relazioni sociali);
  • aver sviluppata la capacità di essere empatici (creare intimità e complicità, sapersi mettere in sintonia e prendersi cura dell’altra persona);
  • saper scendere a compromessi (entrambi i partner sentono di aver ragione, e ce l’hanno, dal loro punto di vista. Solo che in coppia, si perde o si vince entrambi, e farsi la guerra non serve mai);
  • una gran botta  di c**o! Ci vuole fortuna per trovare la persona giusta e per non farsela scappare. Quindi occhio.


Un'altra cosa che si potrebbe fare è frequentare i miei laboratori sull’amore che partiranno entro fine anno.

Sono aperti a single, fidanzati, sposati, divorziati, separati, celibi, nubili, omosessuali, bisessuali e pansessuali o a chi semplicemente vuole imparare qualcosa e farsi pure due risate.

Commenti

Post più popolari